| Windows 8 : aumentare velocità di internet e download - Guide informatica

Windows 8 : aumentare velocità di internet e download

Per coloro che non lo sanno, in Windows 8 c'è un'impostazione chiamata "Limit reservable bandwidth", che può essere modificata. Questa caratteristica limita il sistema al 80% della larghezza di banda di una connessione interne. In genere, questa opzione migliorerà la velocità di download. Provatelo e fateci sapere nei commenti qui sotto.
  • Premere il tasto Win + Q e cercare gpedit.msc
  • Aprire gpedit.msc
  •  In Configurazione computer, Modelli amministrativi e selezionare Rete, quindi selezionare Utilità di pianificazione pacchetti QoS
  • Fare doppio clic su Limita larghezza di banda riservabile e inserire 0%
  • Salvare e riavviare
  • Commenti Blogger
  • Commenti Facebook

9 commenti:

  1. E' inutile perchè risulta non configurata di default ...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' stato aggiornato , comunque è meglio attivarla e impostarla su 0%

      Elimina
  2. Se un povero cristo ha una versione di windows 8 che non supporta gpedit.msc, come si deve regolare?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Usa tcp optimizer e fammi sapere!

      Elimina
    2. Hai provato a inserire gpedit nello strumento di ricerca ?

      Elimina
  3. tcp optimizer vale per windows 8 home?'

    RispondiElimina
  4. gpedit non viene trovato nello strumento di ricerca di tcp optimizer in windows 8 home

    RispondiElimina
  5. hai ragione a me le pagine web non si aprivano proprio solo su 8, ora cambiando quell'impostazione (che era disabilitata e attivandola mettendo 0) va che un fulmine nelle pagine web... SOLITI BUG MICROSOFT

    RispondiElimina
  6. Mi appare scritto: "Creazione snap in non riuscita" quando vado su "Local computer policy" dopo aver trovato il file gpedit.msc e non ci sono sottocartelle (configurazione computer, modelli amministrativi ecc.). Che fare?

    RispondiElimina

Item Reviewed: Windows 8 : aumentare velocità di internet e download Rating: 5 Reviewed By: Stefano Izzo