| COD e il mondo degli FPS | Un bene o un male? - Guide informatica

COD e il mondo degli FPS | Un bene o un male?

Chiedi a chiunque di pensare ad uno sparattutto in prima persona, e lui ti risponderà al 90% Call Of Duty.

Call Of Duty




















Beh se da un lato è una cosa normale, in quanto stiamo parlando di un grande brand, dall'altro ci rendiamo conto che oramai il mondo dei First Person Shooter sta via via scemando, dirigendosi verso un destino inevitabile.

Oggi vi voglio parlare di questo fenomeno, che tutti conosciamo, e che purtroppo andrà sempre peggiorando.

Call of Duty soldatoChi di voi ha giocato a COD sa perfettamente che è un titolo veramente divertente, indirizzato sia a coloro che vogliono giocare per divertirsi sia a coloro che fanno il cosiddetto Competitive, ossia competono con altri giocatori. 
Il mondo di COD vanta un altissimo numero di player di ogni genere, dal veterano alla recluta.

Ciò va a discapito di tutti gli altri titoli FPS che vengono pubblicati, in quanto passano in secondo piano, e talvolta rimangono nell'ombra, senza essere mai giocati.

Inoltre la tattica di marketing della Treyarch, di far uscire un titolo ogni anno, costringe i giocatori a spendere i loro 60-70 euro per l'acquisto del nuovo capitolo di COD. Questo porta i giocatori a non potere comprare altri titoli e quindi provarne di nuovi.

Sostanzialmente la colpa è anche nostra, che continuiamo a comprare un gioco, il cui comparto fondamentale è quello multiplayer, viene modificato appena, fra un titolo e l'altro.

Questo non vuol dire che COD sia un brutto gioco, anzi è bello proprio perchè è cosi, ma a causa della sua notorietà, sta costringendo i vari team di sviluppo ad arrendersi di fronte ad in colosso di simili dimensioni oppure a copiarlo.
Artic Combat
Artic Combat FTP

Ebbene si...infatti molti sviluppatori cercano di sfruttare la ricetta utilizzata in Call Of Duty, per creare un
titolo che possa avere un minino successo e permettergli di incassare qualcosa.
Non voglio star qui ad elencarli tutti quanti, ma sicuramente un esempio è Artic Combat (FTP).



Tutto questo è sbagliato, in quanto dovrebbero essere le grandi casi produttrici a proporre dei prodotti soltanto per il guadagno, e non i vari team di sviluppo, soprattutto quelli indipendenti, che potrebbero dar vita a dei veri e propri capolavori.

A cura di Dario Sicula 
  • Commenti Blogger
  • Commenti Facebook

6 commenti:

  1. "Inoltre la tattica di marketing della Treyarch"
    e da quando la treyarch pubblica videogiochi? casomai activision, che per'altro ha pubblicato capolavori come singularity o prototype.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tecnicamente si, ma La treyarch è stata acquisita dalla Activision e non è un suo studio, quindi le modalità di vendita vengono decise direttamente dalla casa produttrice.

      Elimina
  2. non per fare polemiche ma "free to play" si scrive "F2P"

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ok ma comunque è la stessa cosa :) Grazie per l'osservazione

      Elimina
  3. >"Bello proprio per questo"
    >Implicando che COD sia un bel gioco
    WAT

    RispondiElimina
  4. Bohemia interactive resiste.

    RispondiElimina

Item Reviewed: COD e il mondo degli FPS | Un bene o un male? Rating: 5 Reviewed By: Dario Sicula