| Gli effetti negativi dei Videogiochi - Guide informatica

Gli effetti negativi dei Videogiochi

Ecco dei possibili  effetti negativi abbastanza gravi causati dai videogiochi, questi sono studi ed esperimenti rilasciati su giornali internazionali sulla scienza e la psicologia.

Ovviamente questi effetti si manifestano maggiormente ai bambini e sopratutto ai videogiocatori ossessivi che giocano ore ed ore al giorno. Vi ricordiamo che ci sono anche tanti effetti positivi causati dai videogiochi che potete leggere qui :

I VIDEOGIOCHI FANNO BENE ALLA SALUTE


  • La maggior parte degli effetti negativi dei videogiochi vengono causati dalla violenza che contengono. I bambini che giocano di più ai videogiochi sono violenti e hanno maggiori probabilità maggiore di avere pensieri aggressivi, e la scarsa voglia di aiutare il prossimo, secondo uno studio scientifico (Anderson e Bushman, 2001). L'effetto nei bambini è aggravato dalla natura interattiva dei giochi '. In molti giochi, i bambini sono premiati per essere più violenti.

  • Il giocatore sperimenta la violenza nei suoi occhi (omicidi, calci, coltellate e tiro). Questa partecipazione attiva, la ripetizione e la ricompensa sono strumenti efficaci per l'apprendimento di tale comportamento. Infatti, molti studi sembrano indicare che i videogiochi violenti possono essere correlati a comportamenti aggressivi (come Anderson & Dill, 2000; Gentile, Lynch & Walsh, 2004).

  • Tuttavia, l'evidenza non è coerente e la questione è tutt'altro che risolta. Molti esperti, tra cui Henry Jenkins del Massachusetts Institute of Technology hanno notato che vi è un tasso di diminuzione della criminalità minorile con la popolarità dei giochi come Death Race, Mortal Kombat, Doom e Grand Theft Auto. Egli conclude che i giocatori adolescenti sono in grado di lasciare gli effetti emotivi del gioco all'esterno della vita reale. In effetti ci sono casi di adolescenti che commettono crimini violenti che hanno trascorso una gran quantità di tempo giocando ai videogame. Sembra che ci saranno sempre persone violente, ed è proprio così capita che molti di loro anche godere di giocare ai videogiochi violenti.

  • Troppe ore di gioco tendono a renderti socialmente più isolato. Inoltre, si spende un saco di tempo che potrebbe benissimamente essere usato in altre attività come studiare, leggere,fare sport, e interagire con la famiglia e gli amici.

  • Alcuni videogiochi insegnano dei valori errati. Comportamento violento, la vendetta e l'aggressione . Le donne sono spesso dipinti come personaggi più deboli che sono impotenti o sessualmente provocanti.
  • I giochi possono confondere realtà e fantasia.

  • Il rendimento scolastico o lavorativo può essere negativamente correlato al tempo trascorso ai videogiochi. Gli studi hanno dimostrato che chi passa più tempo a giocare con i videogiochi, ha un basso rendimento a scuola. (Anderson & Dill, 2000; Gentile, Lynch & Walsh, 2004).
     
  • Uno studio condotto da Minnesota Scuola di Argosy University sulla Psicologia Professionale dimostra che molti giocatori saltano regolarmenti compiti a casa per giocare, e molti studenti hanno ammesso che le loro abitudini sono spesso responsabili della bocciatura.
  • Anche se alcuni studi suggeriscono che i videogiochi migliorano la concentrazione di un bambino, altri studi, come ad esempio un documento pubblicato nel 2012, hanno scoperto che i giochi possono far male e peggiorare la concentrazione - Cioè migliora la capacità di concentrarsi in breve tempo ma peggiora la concentrazione a lungo termine.

  • I videogiochi possono anche avere effetti negativi sulla salute di alcuni bambini, tra cui l'obesità,video convulsioni indotte e problemi posturali, disturbi muscolari e scheletrici, come ad esempio, la compressione dei nervi, la sindrome del tunnel carpale tendinite e cervicale.

  • Uno studio condotto dal National Institute con sede a Minneapolis suggerisce che i videogiochi possono essere coinvolgente per i bambini, e che la dipendenza dei bambini 'per i videogiochi aumenta la loro depressione e livelli di ansia.

  • I bambini che passano troppo tempo a giocare ai videogiochi possono avere un comportamento impulsivo e problemi di attenzione. Secondo un nuovo studio pubblicato da Journal of Psychology e Popolare i problemi di attenzione sono stati definiti come difficoltà a impegnarsi e la difficoltà di raggiungere un obiettivo difficile.

  • PROBLEMI ALLA VISTA : Se si passano così tante ore a giocare senza prendere una pausa possono avvenire dei danni permanenti alla cornea. Bisognerebbe prendere pause regolari, assegnando un tempo limitato per il gameplay, riducendo al minimo riflessi sullo schermo

Hai notato degli effetti negativi quando giochi? Lascia un tua esperienza o opinione qui sotto.
  • Commenti Blogger
  • Commenti Facebook

29 commenti:

  1. Dio santo quanto non è vero l'articolo sulla scuola..

    RispondiElimina
  2. Condivido il tizio qui sopra. Io gioco a videogame di tutti i generi e qualche volta è vero non esco per giocare ma svolgo regolarmente attivita sportiva, esco con i miei amici e ho un buon rendimento scolatico.

    RispondiElimina
  3. Anch'io qualche volta magari non ho voglia di uscire perchè magari i miei amici fanno qualcosa che a me non interessa o che non mi piace e preferisco stare a casa, o semplicemente o voglia di stare a casa tranquillo, e perchè no, una birretta e una partitina, e vado a scuola e faccio attività extra.

    RispondiElimina
  4. l'articolo mica dice che sono tutti cosi infatti sopra tende a sottolineare i giocatori ossessivi e se anche non fosse è logico che non sono tutti da una sfonda o dall'altra.
    lo scopo dell'articolo è informare e prevenire nel caso vi sentiate come descritti

    RispondiElimina
  5. bah, io non vorrei dire ma sono al 4° anno di liceo, gioco da quando avevo 3 anni e non ho mai preso meno della media dell'8

    RispondiElimina
    Risposte
    1. tralaltro sono rimasto più in contatto con persone che ho conosciuto proprio grazie al gaming, per quanto riguarda il fumo, droga, andare a puttane ed essere violenti posso dire che ho 17 anni, mai fumato, mai drogato e per ora non ho voglia nè di andare a puttane nè di essere violento col prossimo. Sono cose che non vengono influenzate dai videogiochi.

      Elimina
    2. perfettamente uguale alla tua posizione

      Elimina
    3. concordo e poi la maggior parte del danno è costituito dalla famiglia solitamente.
      Quando una famiglia lascia il bambino(qua si parla di bambini) diventare un giocatore convulsivo è perchè non si sanno imporre ed il bambino prende insegnamenti sbagliati dai videogiochi invece che l'educazione data dai genitori

      Elimina
  6. Io in me ho notato il discorso della vita sociale... ho ben pochi amici, non vado a feste , o a quel genere di divertimenti. Preferisco stare a casa piuttosto e questo mi impedisce di relazionare e magari di fare nuove conoscenze e tutte questo credo sia dovuto ANCHE ai videogames.... ma è relativo. Ho 17 anni, non sono mai sato violento, mai stato, tutti questi sintomi credo valgano per quelli più piccoli, che magari non si rendono conto della differenza tra vita reale e il fare quel che si vuole in un gioco. Credo che questo articolo si sia dimenticato di far sapere(anche se la maggior parte lo sa) che giocare molte ore di seguito faccia male alla vista!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ne parleremo meglio in un altro articolo , intanto grazie della segnalazione. Abbiamo aggiunto alcune righe sull'affaticamento della vista!

      Elimina
  7. Ho 21 anni e da quando ero alle elementari gioco su console e computer, il problema degli occhi, per quanto mi riguarda, può esserci se utilizzi uno schermo degli anni 90 a tubo catodico con illuminazioni estreme, ma con gli schermi che ci sono adesso quel problema è notevolmente diminuito.. a scuola ho avuto la mia bellissima media del 6 e mezzo di cui vado più che fiero, non mi drogo, non fumo, bevo con la mia compagnia qualche volta, ma credo sia normale!:)

    RispondiElimina
  8. ammetto di passare molto tempo davanti ai videogiochi, ma anche io come tanti altri, ci gioco per passione e come passatempo. E' da notare poi che in ogni paragrafo si evidenzia che questi effetti si presentano in bambini, quindi in soggetti di età inferiore ai 12 anni...
    io esco spesso con gli amici e cerco sempre di non isolarmi. Per quanto riguarda il rendimento scolastico, posso notare come abbia così poca influenza la mia passione videoludica con la scuola, poichè, oltre al fatto che questi effetti variano da individuo a individuo, io gioco regolarmente anche durante il periodo scolastico, e sono arrivato in quarta liceo senza mai avere un debito, e con una media non bassa...rispetto ai miei amici/compagni che vengono rimandati ogni anno nelle stesse materie persino...ah ho 16 anni :)

    RispondiElimina
  9. Un grande aspetto positivo dei giochi è che sono un toccasana per lo spirito(secondo me( sempre che non ci giochi per troppe ore al giorno))

    RispondiElimina
  10. questi effetti sono solo per bambini che non sapendo che fare giocano in modo irregolare ecco perchè ora esistono bambini che bevono, fumano, si drogano. Io ho 16 anni è questi effetti non mi sono mai successi anche perchè ci gioco si e no 2 ore al giorno e non di più. Poi ovviamente in estate se i miei amici vanno al mare ci sto un po di più però può succedere solo 2 volte al mese. Quindi giocate ma con regolarità.

    RispondiElimina
  11. Io ogni giorno passo almeno 4 ore coi videogiochi ma non ho effetti negativi: a scuola vado bene, ho molti amici e non ho problemi agli occhi.

    RispondiElimina
  12. Valgono praticamente per i bambini e basta ! ok giocare in maniera ossessiva e sbagliato , ma non credo che questo posso portare un ragazzo sano a atti violenti o vandalismo ecc. Per quanto riguarda la concentrazione , ho noto subito che è stata fatta nel 2012 , anno in cui il casual gaming si era già imposto (purtroppo) e quindi quando i videogame ormai erano già estremamente semplici e per andare avanti basta capire le basi ! se facevano lo studio 10 anni fa , quando i Videogame offrivano un buon livello di sfida sono sicuro che i risultati sarebbero stati differenti ! adesso i videogame difficili sono pochissimi ! provate a giocare a dark souls senza rimanere perennemente concentrati ! il fatto del casual gaming si ricollega anche al fatto della difficoltà ad impegnarsi e a raggiungere obbiettivi difficili , e quindi ripeto se lo facevano 10 anni fa sto esperimento i risultati sarebbero stati diversi ! per quanto riguarda il rendimento scolastico , non ci credo proprio ! poi si parla tanto di videogame e si tende maggiormente a metterli in cattiva luce , anche se ci sono pure gli studi positivi su di essi , nessuno parla mai male delle musica , delle arti ( le 3 più famose ) e va bé anche dello sport e di cose più semplici....questo perché sono un qualcosa che esiste da tempo e ormai la gente ci convive da sempre e le ha apprese e capite ! e quindi e pensiero comune vederle come qualcosa di benevole( e a parer mio un po' sbagliato , perché si deve sempre ragionare su tutto , anche sulla cosa più semplice e banale ) , infatti è così ! ma non si può negare che le cose sopracitate hanno anche (e ne sono sicuro al 100%) effetti negativi... quindi i videogame secondo me sono un arte a tutti gli effetti ( se fatti seriamente ) e bisognerebbe smetterla di "rompergli le palle" con "buoni o cattivi" .

    RispondiElimina
    Risposte
    1. concordo pienamente su cosa hai detto sullo stato dei videogiochi nel mondo di oggi. Ormai la gente usa i videogame come una scusa di tutte le cose orrende che accadono. Poi se succede qualcosa di grave e quel qualcuno giocava ai videogame uff scatta un putiferio! io trovo questa cosa stupida, si certo ci sono i casi che per colpa dei videogiochi sono violenti ma perchè tendono ad esserlo gia di loro!

      Elimina
  13. RAGAZZI NON SARANNO DI SICURO I VIDEOGIOCHI A RENDERCI PIù VIOLENTI O AD ANDARE A PUTTANE! QUELLO CE LO INSEGNA è LA TELEVISIONE CON VARI PROGRAMMI NON ADATTI NE AD UN PUBBLICO MINORE NE AD UN PUBBLICO ADULTO! POI SE SI VUOL ESSERE VIOLENTI O NO è UNA SCELTA PURAMENTE PROPRIA.. OGNUNO HA LA SUA TESTA E SE NON SI PENSA CON LA PROPRIA TESTA (COME CI INSEGNANO CERTI VIDEOGIOCI O ANCHE SOLO GIOCHI DA TAVOLO DI STRATEGIA) NON SI ANDRà TANTO LONTANI!!!

    RispondiElimina
  14. io sinceramente trovo che il famigerato argomento VIOLENZA=VIDEOGIOCHI sia totalmente errato. Si certo ci sono quei casi che dimostrano il contrario ma io da quando ero piccolo (forse non è stata una cosa intelligentissima xD) giocavo al buon vecchio CoD 2 e non ho mai avuto problemi di violenza contro gli altri. Io poi trovo il gaming come un hobby che mi diverte (sopratutto dato che ho amici con cui condividerne) e seppur io occupi una fetta del giorno al gaming ho comunque amici, un rendimento abbastanza buono e trovo sempre il tempo per dell'attività fisica.

    RispondiElimina
  15. Io sono un giocatore abituale di videogame di guerra ma non ho comportamenti del genere violento anzi ho un comportamento molto pacifico. Penso che per alcune persone come me abbia l'effetto contrario di insegnare il lato negativo della guerra!
    E comunque i videogame (solo alcuni) potrebbero essere anche un mezzo di informazione e di esperienze verosimili che potrebbero essere usate in modo positivo dai player.
    Io consiglio comunque a tutti di non esagerare mai con i videogiochi e di essere coscienti che NON solo la realtà!!!!

    RispondiElimina
  16. Ma perché fate scrivere le scimmie? "Sperimenta la violenza nei suoi occhi" sembra una frase di Spitty Cash. E dopo "benissimamente" stava bene "cazzu cazzu iu iu". -.-''

    RispondiElimina
  17. Domandona: Come è possibile che io, che gioco da quando avvo 4 anni, prima coon super nintendo e poi con tutto quello che è uscito, per non so neanche io quante ore al giorno, ho una media universitaria di 28 e rotti tutte materie date (sono in architettura ed questo dice tutto) e a non penso di aver mai ammazzato neanche un insetto? Secondo me alla base c'è l'educazione data dai genitori in ogni caso e i videogiochi vengono dopo. (tra l'altro si chiama educazione secondaria)

    RispondiElimina
  18. La mia esperienza è stata alle elementari come descritta dall'articolo che parla di quelli più piccoli. Io personalmente gioco dalle elementari: il mio rendimento scolastico era a terra e avevo una vita sociale ristretta a poche persone ma ero timido da prima di nascere. Però devo anche dire che i maestri mi scoraggiavano e demoralizzavano ogni qualvolta si presentasse l'occasione e io pensavo di essere bravo solo coi videogiochi ed era quello che facevo nel mio tempo libero; anche perchè i miei mi tenevano a casa e guardare la televisione mi annoiava. Poi con le medie sono del tutto cambiato: ora ho una vita sociale normale: nè troppo ristretta nè troppo grande, gioco ai videogiochi un'ora al giorno perchè mi annoio e ho la media del 7 e ne vado fiero. Credo che sia dovuto anche da l'educazione che i genitori impartiscono al bambino: i miei non si curavano affatto di me se non scolasticamente e nessuno mi incoraggiava mai ed era per quello che giocavo tanto. però quando mi si ruppè l'xbox ho imparato molte cose di me che non sapevo e ho capito di poter stare senza benissimo pur amando io i videogiochi.

    RispondiElimina
  19. mah per quanto mi riguarda nn ho riscontrato nessuno degli effetti citati.
    Ho 13 anni, finiti appena gli esami con la media del 9 giocando negli ultimi tempi anche 3 ore al giorno a videogames.
    Gioco a videogiochi violenti (sparatutto in particolare) da quando ero in 3 elementare, giocando anche diverse ore al giorno, 4/5 giorni alla settimana (roba da 3 o certe volte 4 ore al giorno) ma posso assicurare che nn ho nessun problema: vita sociale ok, esco quando voglio con i miei amici, nessun problema agli occhi o muscolare, nessun problema di violenza o altro, anzi una delle mie qualità migliori è forse il mio autocontrollo

    RispondiElimina
  20. io ho 16 anni, mah diciamo che gioco ai videogiochi da quando avevo 4 anni e non mi pare di essere stato violento nei confronti di qualcuno, non mi pare mai di essere mai spuntato drogato o ubriaco a casa e la cosa delle puttane non centra niente con i videogiochi...io sono e sarò sempre una persona socievole e ottimista e gli amici meli scelgo come voglio io e se devo uscire con i miei AMICI e lo scrivo in maiuscolo perchè intendo amici veri...e se voglio farmi una partita alla play a bermi un birra e magari a giocare con qualche mio amico alla play non penso di essere uno che picchia il primo che passa o che si droga che fuma e che fa altre cazzate delle generazioni di oggi che loro stanno rovinando il mondo no i videogiochi...in conclusione: l'articolo sarà anche vero ma se avrò dei figli beh imporro limiti di tempo di gioco almeno io quandero piccolo meli imponevo io dei limiti dopo qualche ora mi rompevo le palle a giocare e spero che i miei figli un giorno crescano come ho fatto io e come tutti noi no come dei bimbiminkia di ora detto questo...grazie e ciao a tutti

    RispondiElimina
  21. Alcune sono vere e altre sono delle cavolate. Quella del rendimento è una cavolata! Io gioco molte ore al giorno, ma quando c'è da studiare o fare compiti mi stacco e inizio, infatti a scuola ho buon rendimento. I videogiochi violenti, non fanno fare omicidi. Perchè una persona che ha fatto un'omicidio, e giocava moltissimo a GTA, quella persona è malata di mente. Io ho giocato a giochi violentissimi dove puoi uccidere come vuoi una persona, però sono uno sano di mente. Sono tutti fattori che variano da persona a persona.

    RispondiElimina
  22. Ragazzi, infatti l'articolo si riferisce a gente ossessionata e,mi dispiace dirlo, veramente malata.Personalmente gioco ai videogames da quando avevo 7 anni. L'unico effetto negativo (se così lo si può chiamare) che ho spesso incontrato, è il pensare "magari avessi un salvataggio"

    RispondiElimina
  23. Oddio sul fatto che le donne sono "sessualmente provocanti" avete ragione. Tutte le ragazze della mia età (o simile) le immagino nude e io che me le faccio...cazzo...

    RispondiElimina

Item Reviewed: Gli effetti negativi dei Videogiochi Rating: 5 Reviewed By: Stefano Izzo