Home Recensioni Robot aspirapolvere sottile (Eufy RoboVac 11S)

Robot aspirapolvere sottile (Eufy RoboVac 11S)

10
0

Anker non è solo sinonimo di powerbank, caricatori da parete, speaker Bluetooth, auricolari Bluetooth e cavi USB di ricarica ma anche robot aspirapolvere. In particolare, il noto produttore di accessori ha portato recentemente su Amazon il RoboVac 11S, ossia un robot pulitore commercializzato sotto il suo sub-brand Eufy che vanta un design molto sottile, in grado di garantire una forte aspirazione. Detto ciò, vediamo in questa recensione tutte le sue caratteristiche.

Contenuto della confezione

All’interno del box di vendita troviamo il seguente contenuto:

  • Robot aspirapolvere Eufy RoboVac 11S.
  • Base di ricarica.
  • Telecomando con due batterie stilo AAA incluse.
  • Adattatore di alimentazione da 19V 0.6A con spina europea, connettore DC e cavo lungo circa 150 cm.
  • Utensile per pulizia.
  • Filtro HEPA aggiuntivo.
  • Filtro di spugna di ricambio.
  • 4 spazzole laterali.
  • 5 fascette per cavi.
  • Quick start guide.
  • Libricino dedicato alla garanzia.
  • Manuale utente anche in lingua italiana.

Design e qualità costruttiva

Eufy ha deciso di progettare il suo nuovo robot aspirapolvere RoboVac rendendolo più sottile (con uno spessore di 7,2 cm) rispetto al modello precedente, garantendo allo stesso tempo una maggiore aspirazione fino a 1300 PA e un funzionamento più silenzioso sempre rispetto alla precedente generazione RoboVac 11 (che ho avuto la possibilità di provare).

Il nuovo dispositivo ideato dall’azienda vanta un design curato nei minimi dettagli con una scocca in plastica color nera e una parte superiore rivestita da un vetro temperato antigraffio per assicurare una maggiore protezione per il prodotto.

Rispetto alla precedente generazione, ho apprezzato parecchio la nuova filosofia di design adottata da Eufy su questo nuovo RoboVac 11S. Sicuramente la sua struttura sottile vi permetterà di pulire in più zone rispetto al suo predecessore. Dopo aver esaminato a fondo la sua struttura posso dire che non ho notato alcuno scricchiolio della plastica, quindi posso confermare l’ottima resistenza proposta da questo robot pulitore.


Leggi anche: Soundbar compatta da 40W (Anker Soundcore Infini Mini)


Entrando più nello specifico, sulla parte superiore è presente il pulsante con rivestimento in gomma per attivare/disattivare la pulizia automatica e il logo Eufy sotto il vetro temperato. Sulla zona posteriore, invece, troviamo i due contatti per la ricarica, la ruota anteriore girevole e i sensori di dislivello sulla zona superiore.

Spostandoci al centro, è presente il comparto che ospita la batteria ad alta capacità, i due slot dove inserire le spazzole laterali, le due ruote principali, il proteggi spazzola che all’interno ospita la spazzola rotante, il pulsante di accensione/spegnimento e il raccoglitore della polvere che può essere facilmente svuotato della polvere raccolta semplicemente tirandolo verso fuori attraverso l’apposito pulsante. Da precisare che è presente anche una piccola ruota in plastica su quest’ultimo.

All’interno del raccoglitore troviamo sia il filtro HEPA che il filtro di spugna. Sulla zona anteriore è presente il paraurti con una fascia nera in plastica lucida che nasconde tutti i sensori mentre sul lato sinistro troviamo la feritoia per dissipare il calore prodotto durante il funzionamento. Passando alla base di ricarica, anch’essa è stata realizzata interamente in plastica di sufficiente qualità con una struttura lucida e opaca.

Sulla parte superiore troviamo i due PIN dove vanno ad incastrarsi i contatti per la ricarica e una zona dove si inserisce la ruota anteriore girevole del robot. Sulla parte posteriore è presente l’ingresso DC per inserire il connettore del caricatore e due piedini in silicone che consentono di bloccare la base di ricarica a terra. L’adattatore da parete è un modello classico, quindi nulla di che.

Per quanto riguarda il telecomando, invece, questo vanta una struttura compatta realizzata interamente in plastica ma che ho apprezzato particolarmente per la sua semplicità. Sulla parte frontale è presente il display LCD che mostra una serie di indicazioni e 13 pulsanti i quali permettono di gestire a 360° il RoboVac 11S, oltre al logo Eufy.

Sulla parte superiore c’è il sensore ad infrarossi che consente di comandare a distanza il robot pulitore grazie al sensore IR implementato sulla parte alta di destra nel RoboVac di Eufy. Sulla zona posteriore ci sono alcune indicazioni rapide per ricordarsi a cosa servono i 5 pulsanti presenti frontalmente e lo slot dove inserire le due pile incluse in confezione.

Parlando di numeri, il nuovo Eufy RoboVac 11S presenta un diametro di 32 cm e uno spessore 7,2 cm e pesa circa 2,7 kg mentre il telecomando misura 135 x 46 x 21 mm e ha un peso di 84 grammi.

Caratteristiche

Anker ha implementato la sua tecnologia BoostIQ che dovrebbe regolare automaticamente la potenza di aspirazione in 1,5 secondi quando è necessaria maggiore forza di aspirazione per ottenere una pulizia migliore. All’interno è presente una batteria ad alta capacità che offre fino a 100 minuti di aspirazione costante e potente.

I sensori ad infrarossi permettono di sfuggire agli ostacoli e inoltre non manca una tecnologia di rilevamento per evitare cadute. Un’altra funzionalità interessante offerta dal nuovo robot aspirapolvere Eufy è che si dirige automaticamente verso la base così sarà sempre pronto per la pulizia.

Anker sostiene che il suo nuovo robot riesce a garantire un’aspirazione silenziosa con un livello di rumore equivalente a quella di un forno in funzione. Inoltre, il suo design sottile permette di pulire anche sotto i mobili più bassi. Il raccoglitore della polvere da 0.6 litri consente al RoboVac 11S di raccogliere più sporco e polvere e a sfruttare al meglio i 100 minuti di pulizia continua a disposizione senza la necessità di svuotarlo durante il processo.

Attraverso l’indicatore LED è possibile capire lo stato di funzionamento del RoboVac in questo modo:

  • Arancione flash: in carica.
  • Blu fisso: ricarica completa, in pulizia o ritorno alla base di ricarica.
  • Spento: quando il robot è spento oppure si spegne automaticamente per risparmiare energia quando il robot non viene agganciato alla base ed è inattivo da oltre 1 minuto.
  • Lampeggia oppure rimanere fisso ed emette un bip: si è verificato un errore.

Eufy RoboVac 11S recensione

Come detto, il telecomando dispone di 10 tasti che permettono di attivare la pulizia automatica, avviare/terminare la pulizia automatica oppure quella standard, abilitare la modalità Pulizia a Macchia, attivare la modalità Pulizia Bordi, sistemare l’orario, regolare il livello della potenza di aspirazione in modalità Automatica/Stanza singola, regolare manualmente la direzione del robot oppure l’ora e i minuti, abilitare la modalità pulizia Stanza singola, programmare l’orario d’inizio della pulizia e per far tornare il RoboVac alla base di ricarica.


Leggi anche: Altoparlante Bluetooth portatile (Aukey SK-M32)


Lo schermo del telecomando, invece, è capace di visualizzare diverse icone quando è attiva la modalità di pulizia Automatica, a Macchia, Bordi e Stanza singola, quando il robot aspirapolvere ritorna alla base di ricarica, l’orologio, quando è stata impostata una pulizia programmata oppure quando è attiva la potenza di aspirazione Standard, BoostIQ o Max.

Eufy RoboVac 11S recensione

Prima di utilizzarlo, il sub-brand di Anker consiglia di:

  • Rimuovere cavi e piccoli oggetti dal pavimento in quanto potrebbero impigliarsi nel RoboVac.
  • Tenere il robot lontano da spazi più bassi di 73 mm per evitare che si incastri. Potete scegliere anche di posizionare una barriera fisica per bloccare l’accesso.
  • Non far pulire al robot le aree bagnate.
  • Il robot aspirapolvere è in grado di passare sopra oggetti che hanno uno spessore massimo di 16 mm.
  • I sensori anti-caduta potrebbero non funzionare efficacemente se sono sporchi oppure se il robot viene posizionato su pavimenti riflettenti o scuri, quindi il produttore raccomanda di posizionare delle barriere fisiche.
  • La base di ricarica deve essere posizionata contro al muro sopra una superficie rigida e piana e inoltre deve avere un campo libero di almeno 1 metro a sinistra e a destra e di 2 metri frontalmente. Nel momento in cui la base di ricarica viene collegata alla corrente elettrica, l’indicatore LED si accende di bianco fisso.
  • Prima dell’utilizzo iniziale, Eufy raccomanda di caricare completamente la batteria presente nel RoboVac 11S.

Eufy RoboVac 11S recensione

Il robot aspirapolvere torna automaticamente sulla base di ricarica una volta che termina il giro di pulizia oppure quando la batteria è quasi scarica. Se, invece, volete mettere sotto carica il robot manualmente, potete farlo posizionando correttamente i contatti oppure premendo il pulsante Casa presente sul telecomando.

Eufy raccomanda anche di spegnere il RoboVac 11S attraverso il pulsante di alimentazione se non viene utilizzato per lungo tempo. Inoltre, per estendere la vita della batteria, è consigliabile ricaricarlo almeno una volta ogni 6 mesi.

Eufy RoboVac 11S recensione

Per azionare il robot aspirapolvere potete premere il pulsante di accensione posto sulla parte superiore oppure i tasti Auto o Start/Stop presenti sul telecomando. Per spegnerlo, invece, potete pigiare il tasto di accensione situato sul robot oppure Start/Stop situato sul telecomando.

Il RoboVac 11S offre ben 5 modalità di pulizia: Automatica, Pulizia a Macchia, Bordi, Stanza singola e Manuale. La modalità Automatica pulisce fino a quando non si scarica. Si tratta della modalità predefinita e quella più utilizzata. Può essere attivata semplicemente premendo il pulsante di accensione presente sul robot oppure i tasti Auto o Start/Stop presenti sul telecomando.

Eufy RoboVac 11S recensione

In questa modalità è possibile anche utilizzare la tecnologia BoostIQ che dovrebbe permettere al robot di aumentare automaticamente la potenza di aspirazione quando ritiene necessario per assicurare una migliore pulizia. Anker sostiene che BoostIQ è ideale per pulire tappeti più spessi e aree difficili da spazzare. La tecnologia ridurrà il tempo di pulizia ma aumenterà il rumore.

Sia nella modalità Automatica che in quella Stanza singola è possibile regolare la potenza di aspirazione premendo sul pulsante Ventola situato sul telecomando. Sul display di quest’ultimo verrà mostrata la modalità di aspirazione attiva fra Standard, BoostIQ e Max.

Eufy RoboVac 11S recensione

La modalità Pulizia a Macchia permette di pulire intensamente una zona specifica effettuando un percorso a spirale. Parliamo di una modalità molto utile per pulire quelle zone dove è presente una maggiore concentrazione di polvere o briciole. La mode può essere attivata premendo sul tasto Spirale del telecomando.

La modalità Pulizia Bordi permette di ridurre la velocità del robot in presenza di un muro, quindi garantisce una pulizia migliore dei bordi. È possibile attivare questa modalità di pulizia premendo sul tasto presente a destra del pulsante Spirale.

Eufy RoboVac 11S recensione

La modalità pulizia Stanza singola permette al robot aspirapolvere di concentrarsi sulla singola stanza e per un tempo massimo di 30 minuti. Utilizzate questa modalità di pulizia soltanto quando dovete pulire una sola stanza e inoltre accertatevi di chiudere la porta per limitare i movimenti di RoboVac. Potete attivare questa modalità premendo sul pulsante casa contenente una S.

Infine, abbiamo la modalità Manuale che permette di controllare manualmente il robot usando le frecce direzionali presenti sul telecomando.

Eufy RoboVac 11S recensione

Per poter utilizzare la pulizia programmata è necessario prima impostare l’ora corretta. È possibile fare ciò accedendo il RoboVac attraverso il pulsante ON/OFF presente sulla parte posteriore, premere il tasto Orologio presente sul telecomando e utilizzare le frecce direzionali per regolare l’ora e i minuti. Per salvare l’impostazione, premete nuovamente sul tasto Orologio oppure su Start/Stop. Il RoboVac 11S emetterà un bip per indicare che l’orario è stato impostato correttamente.


Leggi anche: Hub USB-C compatto in alluminio (Aukey CB-C72)


A questo punto potete programmare la pulizia a un orario prestabilito. È possibile fare ciò premendo sul secondo tasto Orologio presente sul telecomando, utilizzate le frecce direzionali per regolare l’ora e i minuti e premete nuovamente lo stesso pulsante oppure Start/Stop per salvare l’impostazione. Anche questa volta, il RoboVac 11S emetterà un bip per indicare che la programmazione è avvenuta con successo. Vi faccio notare che è possibile impostare i minuti di un orario programmato per la pulizia ogni 15 minuti.

Oltre a tutte queste informazioni, nel manuale utente sono presenti vari consigli per la pulizia e la manutenzione del robot aspirapolvere. Entrando più nello specifico, il RoboVac 11S dispone di una batteria da 2600 mAh, di un input da 19V 0.6A, ha un consumo di energia di 25W e una raccoglitore della polvere da 0.6 litri.

Eufy RoboVac 11S recensione

Prestazioni

Eufy sostiene che la batteria riesce a garantire fino a 1 ora e 40 minuti di autonomia massima e inoltre si ricarica in 5/6 ore. Stranamente, utilizzando la modalità Automatica con potenze Max, BoostIQ e Standard (quindi 3 test differenti), il RoboVac 11S ha garantito la stessa autonomia di 1 ora e 41 minuti. Per quanto riguarda la ricarica, il robot aspirapolvere ha impiegato 3 ore e 4 minuti.

In questi giorni di test ho avuto la possibilità di provare intensamente il nuovo robot pulitore di Eufy per testarne tutto il suo potenziale. In linea generale, il dispositivo riesce a fare bene il suo lavoro senza riscaldarsi in maniera anomala. Tuttavia, ho notato alcune incertezze. Innanzitutto, i sensori di collisione non sono così ottimi in quanto in diversi casi ho sentito sbattere il robot vicino all’estremità dei mobili e ai piedi del letto.

Ho notato anche che in diverse occasioni è rimasto bloccato in piccoli spazi senza riuscire a trovare l’uscita e praticamente andando in loop (trovate lo prova nel video). Eufy sostiene che la modalità BoostIQ aumenta automaticamente la potenza di aspirazione quando è necessario per garantire una migliore pulizia. Ho voluto mettere alla prova questa modalità facendo pulire al robot un accumulo di polvere e briciole.

Praticamente, la modalità ha offerto la stessa potenza di aspirazione di quella standard, quindi nulla di eccezionale come invece può far sembrare il nome. Il mio consiglio è quello di utilizzare prettamente la modalità di pulizia Automatica con potenza Max in quanto riesce a garantire un perfetto equilibrio fra potenza di aspirazione e livello di rumorosità (circa 73 dB rispetto ai circa 69 dB della Standard e della BoostIQ).

Ho apprezzato, invece, la modalità Pulizia Bordi la quale funziona bene e consente di pulire con attenzione i bordi di un mobile, di una porta o di un piede del letto. Proseguendo, il vetro superiore non ha un trattamento oleofobico eccezionale in quanto raccoglie un sacco di impronte (per non parlare della polvere ma questo è naturale).


Leggi anche: Soundbar compatta da 40W (Anker Soundcore Infini Mini)


Sarebbe stato comodo avere degli indicatori LED sul loro robot per tenere sott’occhio l’autonomia residua oppure una percentuale approssimativa sul display del telecomando. Altre cose che vi faccio notare è che il display del telecomando non è retroilluminato ma in compenso potrete facilmente riporlo nello spazio presente sulla base di ricarica del robot aspirapolvere.

Un’altra cosa che vi consiglio di seguire attentamente è di preservare l’integrità del telecomando in quanto solo con quest’ultimo è possibile utilizzare le altre funzioni di pulizia e i livelli di potenza. La base non è assemblata con cura, soprattutto la parte dove è presente l’ingresso DC per la ricarica.

Conclusioni

Concludo la recensione di questo robot aspirapolvere RoboVac 11S di Eufy ritenendomi soddisfatto. Ho apprezzato sicuramente il suo design elegante, la potenza Max di aspirazione della pulizia Automatica, il livello di rumorosità non è fastidioso e la possibilità di gestire alcune funzionalità da un telecomando dedicato.

Speriamo che nella prossima generazione, Anker possa migliorare l’autonomia (magari implementando una batteria più capiente), i sensori, la qualità costruttiva della base di ricarica e altro ancora. Nel caso in cui avete bisogno dei pezzi di ricambio, potete acquistarli direttamente su Amazon.

Prezzo

Il robot aspirapolvere Eufy RoboVac 11S può essere acquistato su Amazon ad un prezzo di 249,99 euro con spedizione gratuita. Di seguito, invece, trovate i link per acquistare le parti di ricambio:

Eufy RoboVac 11S recensione


Migliori Offerte Amazon & Gearbest OGGI


LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here