lunedì, Giugno 24, 2024
Testo alternativo
HomeNewsIl Programma "Partner Affidabili" di Meta sotto Esame: Accuse di Mancanze Operative...

Il Programma “Partner Affidabili” di Meta sotto Esame: Accuse di Mancanze Operative e Delusione tra i Partner

Meta, l’azienda dietro i noti social media Facebook e Instagram, ha recentemente lanciato il programma “Partner Affidabili” con l’obiettivo di migliorare le politiche, i processi di applicazione e i prodotti al fine di garantire la sicurezza degli utenti sulle sue piattaforme. Tuttavia, alcune organizzazioni partner di fiducia sostengono che Meta abbia trascurato questa iniziativa di punta, lasciandola significativamente sottodimensionata, scarsamente dotata di personale e presunta fonte di “mancanze operative”.

Una recente relazione pubblicata dall’organizzazione non-profit Internews ha sollevato queste preoccupazioni, gettando luce sulla situazione all’interno del programma “Partner Affidabili”. Questo programma coinvolge 465 gruppi globali della società civile e dei diritti umani, fornendo loro un canale dedicato per segnalare contenuti pericolosi o dannosi, come minacce di morte, account hackerati e istigazione alla violenza, a Facebook e Instagram. In cambio, Meta promette di dare priorità a queste segnalazioni e di affrontarle rapidamente.

Tuttavia, secondo il rapporto di Internews, alcune delle organizzazioni partecipanti al programma “Partner Affidabili” affrontano gli stessi problemi che incontrano gli utenti comuni. Le segnalazioni vengono spesso ignorate, le risposte si fanno attendere per mesi e la comunicazione con Meta è descritta come scadente e impersonale. Il tempo di risposta alle segnalazioni è irregolare e in alcuni casi Meta non risponde affatto, lasciando le organizzazioni partner inascoltate. Questo problema sembra sussistere anche per contenuti urgenti, come minacce serie e appelli alla violenza.

Una delle organizzazioni partner ha dichiarato: “Due mesi o più. Nelle nostre e-mail diciamo loro che la situazione è urgente, le persone stanno morendo. La situazione politica è molto delicata e richiede un intervento urgente. Eppure passano mesi senza una risposta.”

Il rapporto di Internews si basa su valutazioni di 23 organizzazioni partner affidabili provenienti da diverse regioni globali, nonché sulle proprie osservazioni in quanto partner del programma. La maggior parte delle organizzazioni ha condiviso esperienze simili, ad eccezione dell’Ucraina, dove la reattività è stata superiore alla media. In Ucraina, i partner possono aspettarsi una risposta entro 72 ore, mentre in Etiopia, le segnalazioni relative alla guerra in Tigray possono rimanere senza risposta per diversi mesi.

Queste preoccupazioni evidenziano ulteriormente l’importanza dei “partner affidabili”, specialmente nelle regioni al di fuori del Nord America ed Europa, dove l’IA e i moderatori umani di Meta non sono sempre disponibili per controllare costantemente i contenuti. Tuttavia, le accuse sollevate dal rapporto sembrano essere in linea con critiche precedenti sull’attenzione di Meta alle regioni globali. Segnalazioni interne trapelate due anni fa avevano rivelato una mancanza di attenzione da parte di Meta nei confronti di alcune parti del mondo, contribuendo a criticità come l’incitamento alla violenza in paesi come Etiopia, Siria, Sri Lanka, Marocco e Myanmar.

Questo non è il primo richiamo di attenzione sulle pratiche di sicurezza e moderazione di Meta. Nel maggio 2023, quasi 50 gruppi per i diritti umani e l’accountability tecnologica hanno scritto una lettera aperta a Mark Zuckerberg e Nick Clegg, sottolineando la mancanza di azioni adeguate da parte di Meta per prevenire atti razzisti e violenti su Facebook e Instagram. La recente relazione di Internews sembra aggiungere ulteriori prove a queste preoccupazioni.

Rafiq Copeland, consulente per la responsabilità della piattaforma presso Internews e autore del rapporto, ha dichiarato: “I programmi di segnalazione affidabili sono vitali per la sicurezza degli utenti, ma i partner di Meta sono profondamente frustrati da come il programma è stato gestito.” Copeland ha sottolineato la necessità di maggiori investimenti per garantire che le piattaforme di Meta siano sicure ed efficaci per gli utenti.

Va notato che il rapporto di Internews era originariamente concepito come una collaborazione con Meta, ma l’azienda ha ritirato la sua partecipazione nel 2022. Meta ha dichiarato che i problemi segnalati da un piccolo campione di partner affidabili non rappresentano una rappresentazione completa o accurata del programma.

La questione sollevata dal rapporto sottolinea l’importanza di un approccio rigoroso alla sicurezza e alla moderazione online, specialmente quando si tratta di piattaforme con un vasto impatto sulla società e sui diritti umani. La fiducia dei partner e degli utenti è fondamentale per il successo e la reputazione di tali piattaforme, e pertanto è essenziale che vengano affrontate tempestivamente e in modo adeguato le preoccupazioni riguardanti l’efficacia dei programmi di sicurezza.

Vittorio Montana
Vittorio Montana
Sono un appassionato di videogiochi e mi piace giocare su diverse console, tra cui Nintendo Switch e PlayStation 5. Fin dall'infanzia, ho mostrato un forte interesse per i videogiochi. Mi piace passare il tempo immerso in mondi virtuali, esplorando ambienti fantastici e sfidando boss epici. Ho giocato a molti titoli famosi e ho sviluppato una conoscenza approfondita del mondo dei videogiochi.
POTRESTI LEGGERE

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

I NOSTRI SOCIAL

0FollowerSegui
0FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Migliori prodotti del mese

No products found.

Più letti

Ultimi commenti