sabato, Aprile 20, 2024
Testo alternativo
HomeNewseQub: La Startup Etiope Che Rivoluziona il Risparmio Peer-to-Peer

eQub: La Startup Etiope Che Rivoluziona il Risparmio Peer-to-Peer

La startup etiope eQub ha conquistato il titolo di vincitrice del pitch-off fintech al 4YFN 2024, l’evento dedicato alle startup del Mobile World Congress.

Il nome della startup è una parola amarica che si riferisce a una forma locale di credito peer-to-peer, ha spiegato Michael. Un Equb è un gruppo di persone che uniscono le forze per risparmiare denaro, che viene poi distribuito in modo rotativo.

Nota come associazione di risparmio e credito rotante, o ROSCAS, questa modalità di finanziamento è comune in molti paesi, soprattutto in Africa, dove viene utilizzata sia per prestiti personali che commerciali; ma deve ancora entrare nell’era digitale.

Questa è l’opportunità che eQub vuole cogliere. Iniziando con un’app, mira agli utenti tra il crescente numero di etiopi che hanno conti bancari e telefoni cellulari, ma accesso limitato al credito.

Rendere digitale un Equb è già un miglioramento di per sé: per i membri di eQub con conti bancari, possono aggiungere denaro senza dover andare a un bancomat. Per gli amministratori di eQub, significa anche non dover gestire mucchi di contanti.

Oltre alla comodità, il sistema di punti di eQub è anche un modo per gli utenti di costruire una storia di credito dimostrando che sono risparmiatori consistenti. Nel lungo periodo, potrebbe aiutare eQub a espandersi in BNPL, prestiti regolari e altro ancora; ma per ora, si attiene al modello ROSCAS originale: nessuna garanzia e nessun interesse. Invece, guadagna addebitando una commissione di transazione quando si prelevano soldi.

Nella slide di trazione del suo pitch, Michael ha raccontato alla giuria e al pubblico che l’app ha attirato circa 25.000 utenti dal lancio, traducendosi in 200 gruppi di risparmio. Ha anche mostrato a TechCrunch che l’app offre agli utenti due opzioni: o unirsi a un gruppo esistente, o unirsi a uno curato generato dalla startup.

In entrambi i casi, eQub sta adottando misure per assicurare che i risparmi siano sicuri. Per i gruppi autogestiti, effettua una KYC dettagliata, che è già più di quanto facciano gli Equb tradizionali offline. Questo ha senso: queste persone di solito condividono legami personali, il che non è il caso degli eQub curati.

Ma, ha spiegato Michael, i requisiti “diventano rigorosi” per tali gruppi, “incluso il documento di identità nazionale digitale, la lettera di impiego o la licenza commerciale per la prova di un reddito consistente, 3-6 mesi di estratti conto bancari, viene anche firmato un accordo digitale che ci consente (eQub) di intraprendere azioni legali in caso di tali eventi”.

Michael ha detto che la startup ha ora più di 10 partner bancari, un approccio che può anche aiutare a limitare i rischi grazie alla condivisione dei dati. Potrebbero esserci novità in arrivo: “recentemente”, ha detto Michael, “le compagnie assicurative hanno offerto di creare una polizza assicurativa speciale limitata per i gruppi di risparmio in cui si verificano default a causa della morte di un membro di eQub”.

Inoltre, la startup ha 20 partner aziendali come parte della sua strategia B2B2C: se i dipendenti di un’azienda partecipano già agli Equb, l’app ora dà al datore di lavoro un modo per renderlo digitale.

Uno dei prossimi obiettivi sarà i lavoratori autonomi, un componente importante della forza lavoro nelle città dell’Africa subsahariana. eQub spera di raggiungere 1 milione di questi utenti entro il 2025. Ma mentre c’è una viralità integrata nell’app, una crescita più veloce richiederà più marketing, motivo per cui l’azienda sta cercando di raccogliere un round di pre-seed da $500.000. La visibilità ottenuta al MWC potrebbe aiutarla in questo, ma anche con un altro obiettivo: espandersi in altri paesi nel prossimo futuro.

Vittorio Montana
Vittorio Montana
Sono un appassionato di videogiochi e mi piace giocare su diverse console, tra cui Nintendo Switch e PlayStation 5. Fin dall'infanzia, ho mostrato un forte interesse per i videogiochi. Mi piace passare il tempo immerso in mondi virtuali, esplorando ambienti fantastici e sfidando boss epici. Ho giocato a molti titoli famosi e ho sviluppato una conoscenza approfondita del mondo dei videogiochi.
POTRESTI LEGGERE

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

I NOSTRI SOCIAL

0FollowerSegui
0FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Migliori prodotti del mese

No products found.

Più letti

Ultimi commenti