martedì, Giugno 25, 2024
Testo alternativo
HomeNewsGoogle rilascia NotebookLM: il quaderno IA per organizzare e recuperare informazioni

Google rilascia NotebookLM: il quaderno IA per organizzare e recuperare informazioni


Google sta rendendo disponibile il suo “quaderno IA per tutti” a un ristretto gruppo di persone e lo sta rinominando da Progetto Tailwind a NotebookLM. Se hai difficoltà a dare un senso alla quantità di informazioni presenti nel tuo Google Drive, un leggero strato di intelligenza artificiale potrebbe essere proprio ciò di cui hai bisogno.

Il progetto è stato annunciato a I/O a maggio come un modo per gli studenti di organizzare le varie dispense e altri documenti accumulati durante il corso di studi.

A differenza di un chatbot generico che attinge da un vasto corpus di informazioni in gran parte non correlate, NotebookLM si limita (o cerca di limitarsi) ad analizzare e rispondere alle domande basandosi sui documenti che gli vengono forniti. Ricorrerà comunque alle sue conoscenze più ampie se lo richiedi, ma l’idea generale è che la sua prima risorsa sia l’informazione a cui è stato esposto più di recente.

Se stai seguendo una lezione su Lord Byron e chiedi quale sia il significato della sua morte in Grecia anziché in Inghilterra, NotebookLM consulterà prima le tue dispense e eventuali documenti di supporto, e risponderà basandosi su quelli. Ma se non hai annotato la data e il luogo della sua morte (19 aprile 1824 a Missolonghi, Grecia), potrà comunque ottenere tali informazioni da altre fonti. (Almeno, così ho capito il funzionamento generale del sistema.)

Un esempio di NotebookLM che lavora con alcune dispense.

Secondo Google, questa “radicazione della fonte” “sembra” ridurre la quantità di invenzione di informazioni controfattuali, ma l’azienda avverte di verificare tutto ciò che l’IA dice con le proprie dispense. A questo punto si potrebbe chiedere se si sia effettivamente risparmiato del tempo, ma se sei (come me) il tipo di persona che conosce bene la materia ma a volte fatica a richiamarla nel momento opportuno, potrebbe essere un beneficio netto.

Google ribadisce che si tratta di “un prodotto sperimentale” e come abbiamo sottolineato all’annuncio, l’azienda dimostra poca fiducia nel sapere effettivamente per cosa o per chi sia NotebookLM. Forse per gli studenti universitari, ma sarei nervoso nell’usarlo a questo stadio se fossi uno di loro dopo l’incidente di Bard che ha avuto un fallimento iniziale. Ci sono altre opzioni simili là fuori mentre altre aziende, come Notion, cercano un modo per integrare l’IA nei loro prodotti esistenti.

“Parleremo spesso con le persone e le comunità per scoprire cosa funziona bene e quali sono i punti deboli, con l’intento di rendere NotebookLM un prodotto veramente utile”. In altre parole, pensiamo che sia interessante ma non abbiamo idea di cosa farne. C’è un potenziale qui, però, quindi speriamo che non finisca nel Cimitero di Google come molti dei suoi altri “esperimenti”. Non affezionarti.

Vittorio Montana
Vittorio Montana
Sono un appassionato di videogiochi e mi piace giocare su diverse console, tra cui Nintendo Switch e PlayStation 5. Fin dall'infanzia, ho mostrato un forte interesse per i videogiochi. Mi piace passare il tempo immerso in mondi virtuali, esplorando ambienti fantastici e sfidando boss epici. Ho giocato a molti titoli famosi e ho sviluppato una conoscenza approfondita del mondo dei videogiochi.
POTRESTI LEGGERE

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

I NOSTRI SOCIAL

0FollowerSegui
0FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Migliori prodotti del mese

No products found.

Più letti

Ultimi commenti