venerdì, Marzo 1, 2024
Testo alternativo
HomeNewsL'accordo di Acquisizione tra Amazon e iRobot Si Sbriciola: Conseguenze su Lavoratori...

L’accordo di Acquisizione tra Amazon e iRobot Si Sbriciola: Conseguenze su Lavoratori e Leadership

L’accordo per l’acquisizione di iRobot, produttore di Roomba, da parte di Amazon è stato annullato, come annunciato oggi dalle due società. iRobot ha dichiarato che l’accordo non ha “alcuna via per l’approvazione regolamentare nell’Unione Europea”. Inoltre, iRobot ha annunciato la necessità di licenziare circa 350 dipendenti, pari a circa il 31% della sua forza lavoro, come parte di un processo di ristrutturazione. Si prevede di notificare la maggior parte dei dipendenti interessati entro la fine di marzo.

In concomitanza con questa notizia, Colin Angle, co-fondatore di iRobot e detentore delle cariche di presidente e CEO, si dimette da entrambi i ruoli. Glen Weinstein, attuale vice presidente esecutivo e chief legal officer di iRobot, assumerà l’incarico di CEO ad interim, mentre Andrew Miller, precedentemente lead independent director del consiglio di amministrazione, diventerà il nuovo presidente. Come parte dell’iniziativa di ristrutturazione, iRobot mette in pausa il lavoro su dispositivi al di fuori della sua principale linea di prodotti per la pulizia dei pavimenti, come purificatori d’aria e tosaerba, e chiuderà uffici e strutture in geografie di dimensioni più ridotte e in difficoltà.

Il fallimento dell’accordo comporterà che Amazon dovrà pagare una penale di rescissione di 94 milioni di dollari a iRobot, una somma che dovrebbe contribuire a saldare un prestito di 200 milioni di dollari che iRobot aveva contratto lo scorso anno. In concomitanza con l’annuncio odierno, iRobot ha pubblicato i suoi risultati preliminari per il quarto trimestre del 2023 e prevede di riportare una perdita operativa GAAP compresa tra 265 e 285 milioni di dollari.

Il crollo dell’accordo è giunto a seguito di difficoltà riscontrate presso i regolatori dell’Unione Europea. Lo scorso novembre, la Commissione Europea ha espresso preoccupazioni sul potenziale impatto dell’accordo sulla concorrenza nel mercato degli aspirapolvere robotici. Molti concorrenti di iRobot vendono i propri dispositivi anche sullo store online di Amazon, e i regolatori temevano che Amazon potesse escludere o ridurre la visibilità dei robot aspirapolvere concorrenti, limitando la concorrenza e portando a “prezzi più alti, qualità inferiore e minori innovazioni per i consumatori”.

Amazon aveva tempo fino al 10 gennaio per cercare di convincere la Commissione Europea a far procedere l’accordo, ma sembra che la scadenza sia passata senza che Amazon offrisse alcune concessioni. Le due aziende avevano annunciato l’accordo iniziale nell’agosto del 2022, e avevano ottenuto il via libera dall’autorità di regolamentazione della concorrenza nel Regno Unito a giugno del 2023.

In risposta a questa decisione, David Zapolsky, SVP e chief legal officer di Amazon, ha espresso delusione, affermando che l’esito negherà ai consumatori un’innovazione più rapida e prezzi più competitivi. Ha anche sostenuto che gli ostacoli regolamentari sproporzionati scoraggiano gli imprenditori, danneggiando sia i consumatori che la concorrenza.

Questo accordo fallito si aggiunge ad altri importanti fallimenti di acquisizioni nel settore tecnologico degli ultimi anni, a causa di un aumento della scrutinio da parte dei regolatori globali.

Vittorio Montana
Vittorio Montana
Sono un appassionato di videogiochi e mi piace giocare su diverse console, tra cui Nintendo Switch e PlayStation 5. Fin dall'infanzia, ho mostrato un forte interesse per i videogiochi. Mi piace passare il tempo immerso in mondi virtuali, esplorando ambienti fantastici e sfidando boss epici. Ho giocato a molti titoli famosi e ho sviluppato una conoscenza approfondita del mondo dei videogiochi.
POTRESTI LEGGERE

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

I NOSTRI SOCIAL

0FollowerSegui
0FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Migliori prodotti del mese

Più letti

Ultimi commenti