Home News Morto per una Storia su INSTAGRAM – Youtuber Messicano

Morto per una Storia su INSTAGRAM – Youtuber Messicano

0

Juan Luis Lagunas Rosales , nota star su Instagram e Youtube ha subito un destino orrendo e che non auguriamo a nessuno.

E’ nato nello stato messicano di Sinaloa , una mecca per i cartelli di droga e la terra del famigerato signore della droga Joaquín “El Chapo” Guzman . Lagunas è cresciuto senza mai conoscere suo padre. Sua madre lo ha lasciato con sua nonna da bambino.

Lagunas ha lasciato la sua città natale all’età di 15 anni senza finire il liceo, trasferendosi nel vicino comune di Culiacan e lavando macchine per guadagnarsi da vivere, ha detto in un’intervista a luglio. Fu in questa città adottiva che prese il soprannome che sarebbe poi diventato noto in tutto il cyberspazio: “El Pirata de Culiacan” o “Il pirata di Culiacan“.

E’ divenuto popolare per il suo stile trash, la sua sbruffonaggine, bevendo birra e bottiglie di whisky, a volte diventando così ubriaco da svenire nei suoi video. I video hanno iniziato a diventare virali.
All’età di 17 anni, ha collezionato più di un milione di follower su Facebook e più di 300.000 su Instagram . La sua fama sui social media ha iniziato a guadagnare punti negli video musicali e negli eventi promozionali.

Si ritraeva con donne di ogni specie, armi e auto di lusso.

Il perchè della sua morte

Come molti ragazzi adolescenti, viveva come se fosse invincibile, dicendo quello che voleva su chiunque volesse. Era tutto un grande gioco, una grande festa.
Ma a Sinaloa, uno degli stati più violenti del Messico, nessuno è invincibile, soprattutto quando si scherza con le persone sbagliate.

GUIDA – Scopri come ricevere 10€ gratis!

In un recente video pubblicato online, ha importunato la persona sbagliata . Cervantes è uno dei signori della droga più pericolosi del Messico, secondo i funzionari del governo degli Stati Uniti, il leader di il cartello di nuova generazione di Jalisco.

“El Mencho a me pela la verga” disse, il che significa, più o meno, “El Mencho, sbuccia il mio ca**o”, secondo El Pais .

E lunedì sera, mentre lui ei suoi amici hanno festeggiato in un bar a Jalisco, un gruppo di individui armati ha fatto irruzione e ha sparato a Lagunas. L’adolescente morì, sostenendo tra 15 e 18 ferite da proiettile. Le autorità riuscirono a identificare Lagunas con i suoi tatuaggi.

I pubblici ministeri non hanno determinato le identità o le motivazioni dei responsabili. Ma hanno confermato ai notiziari che stanno studiando un possibile collegamento al recente insulto videoregistrato nei confronti di El Mencho.

El Mencho è una delle ultime persone che qualcuno vorrebbe offendere.Il suo cartello, la New Generation, è relativamente nuovo e si fonde meno di un decennio fa.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here