Home Guide VPN: cos’è, come funziona e quali sono le migliori

VPN: cos’è, come funziona e quali sono le migliori

0

Con un servizio di VPN è possibile navigare all’interno di tutta la rete Internet proteggendo la propria connessione e i dati personali. Utilizzandole è possibile evitare che malintenzionati possano entrare nel tuo computer eludendo firewall e antivirus per rubarti informazioni utili. Visto il loro costo irrisorio e tutti i vantaggi delle VPN, attivarne una è la cosa migliore da fare per tutelarsi e garantirsi anche una maggiore esperienza d’uso durante le ore passate in rete. Se anche tu vuoi saperne di più sulla VPN e scoprire come funziona sei finito nel posto giusto. Ti assicuro che il loro funzionamento non è per niente complicato.

In via preliminare, posso anticiparti cos’è VPN: si tratta di uno strumento che ti permette di camuffare l’indirizzo IP mettendoti in condizione di superare alcuni blocchi regionali di alcuni siti internet, offrendoti la possibilità di fruire di più opzioni per passare il tuo tempo in rete. Inoltre, utilizzare una VPN non richiede l’installazione di alcun componente hardware o software: accedendo con il proprio account al servizio prescelto, infatti, sarà possibile avere un filtro che nasconde la tua identità in rete – facendoti apparire in una parte diversa del mondo rispetto quella in cui ti trovi – proteggendo il traffico dati in entrata e uscita. Per questo motivo è evidente che scegliere una fra le migliori VPN è una buona idea anche se lavori in internet e vuoi tenere al sicuro i dati che scambi giornalmente con i tuoi colleghi o collaboratori.

Di seguito puoi leggere una guida alle VPN: cosa sono, come funzionano e quali sono le migliori che puoi scegliere. Negli ultimi periodi, infatti, in rete sono nati diversi provider che offrono l’accesso all’utilizzo di una Virtual Private Network: ti anticipo che sono tutte ottime soluzioni ma, in base alle tue esigenze specifiche, potresti preferire una tipologia piuttosto che un’altra. Buona lettura.

migliori VPN

Cos’è una VPN

VPN è l’acronimo di una parola inglese che significa Virtual Private Network. Tradotta in italiano, letteralmente, diventa rete virtuale privata. Grazie ad alcuni sistemi di crittografia, questo strumento si frappone fra il computer da cui ci colleghiamo a internet e il provider di servizi per mezzo di un canale comunicativo criptato chiamato tunnel dal quale i dati escono camuffati; in particolare, una VPN è in grado di farci apparire in Messico anche se ci troviamo in Italia. Inoltre, rende impossibili da leggere o da decifrare i dati contenuti nel pacchetto inviato o ricevuto, aumentando la sicurezza.

Il motivo per cui la VPN è una rete virtuale risiede, essenzialmente, nella sua composizione: questa funziona utilizzando delle reti già esistenti e ne ritaglia una porzione, rendendola privata, e riallocandola geograficamente in varie parti del mondo tramite un sistema di crittografia. Per questo motivo, le reti VPN possono essere divise in due categorie:

  • VPN hub-and-spoke: chiamate anche VPN ad accesso remoto, vengono usate per collegare i vari dispositivi di un utente a un server centrale, il quale provvede poi a criptare il traffico e a smistarlo
  • VPN site-to-site: servono a collegare reti private diverse in modo sicuro, anche se l’infrastruttura utilizzata non lo è.

I provider più famosi presenti in rete sono, solitamente, della prima categoria. La seconda viene impiegata per la creazione di grandi reti aziendali sicure.

Come funziona la VPN

Il funzionamento per eccellenza della Virtual Private Network è quello di criptare il traffico. Per questo motivo, il sistema di mascheramento dell’indirizzo IP applica un particolare protocollo di cifratura: questo ha il compito di renderli illeggibili a chiunque si colleghi senza consenso. Le informazioni contenute in ogni pacchetto dati in ingresso o entrata, infatti, sono visualizzabili solamente possedendo una chiave di cifratura apposita, ma quest’ultima è in possesso solamente di chi ha avviato lo scambio di dati.

LEGGI ANCHE  Tool per Tradurre testo in codice binario online

Il protocollo utilizzo dalla Virtual Private Network per funzionare può essere di varie tipologie. Sostanzialmente, fra quelli più utilizzati, se ne annoverano tre che trovi elencati ed esemplificati di seguito.

  • PPTP (Point-to-Point Tunneling Protocol): sviluppato da Microsoft alla fine degli anni ’90, molto diffuso e pienamente compatibile con la quasi totalità dei dispositivi in circolazione. È disponibile in maniera nativa in Windows, ma ha qualche vulnerabilità sulla sicurezza. Per questo motivo è meglio non usarlo per inviare dati importanti, ma può essere una buona soluzione per lo streaming audio o video.
  • L2TP/IPsec (Layer 2 Tunneling Protocol/Internet Protocol Security): sono due protocolli diversi che operano contemporaneamente. L2TP si occupa di creare i tunnel per mettere in comunicazioni i nodi della rete, IPsec si occupa della crittografia dei dati. Questa soluzione è più lenta rispetto alle altre, ma sia la sicurezza che l’ampia compatibilità sono garantite.
  • OpenVPN: è un protocollo di natura Open Source che sta, pian piano, aumentando la sua diffusione. É molto versatile e adattabile ed è una delle soluzioni più utilizzate dai provider di servizi VPN a pagamento. Viene configurato automaticamente in base ad un app fornita dallo stesso hosting.

Vantaggi di usare una VPN

Sono parecchi i vantaggi di ricorrere a una rete Virtual Private Network. Si tratta di una soluzione adatta a sia a chi, semplicemente, utilizza Internet a casa, durante la normale navigazione Web. Utilizzandola è possibile mascherare il traffico in entrata e uscita con una sicurezza e anonimato altrimenti introvabile utilizzando anche i firewall più avanzati. La VPN per il lavoro, invece, permette di mantenere completamente integri i dati sensibili e migliorare la produttività. Mascherando l’indirizzo IP a lavoro, inoltre, è possibile collegarsi anche a infrastrutture di Stati al di fuori della propria localizzazione geografica migliorando il numero e la qualità dell’informazione. Per sintetizzare, eccoti un elenco puntato che ti permette di leggere cosa puoi fare scegliendo una fra le migliori VPN:

  • sicurezza elevata della connessione a Internet grazie ai sistemi di cifratura;
  • accesso a piattaforme o siti non disponibili in Italia (ad esempio, utilizzare Netflix con VPN permette di vedere un maggior numero di film);
  • visualizzare sport ed eventi a pagamento gratis legalmente. Ad esempio, RSI – la Rai Svizzera – mostra in chiaro il Campionato mondiale di F1 e Moto Gp ogni anno;
  • utilizzare senza preoccupazione reti Wi-Fi pubbliche che, di solito, mettono a repentaglio la privacy;

Fino a qualche anno fa, le connessioni VPN aumentavano la latenza della connessione, rendendo di fatto sconsigliato il loro utilizzo per il gaming. Oggi, però, le VPN sono migliorate di parecchio e hanno risolto questo difetto. Inoltre, è sempre possibile disattivare la VPN e tornare alla navigazione normale quanto necessario.

Guida alla scelta della VPN

Scegliere le migliori VPN per le proprie esigenze è un passo fondamentale per sfruttare in pieno questa tecnologia. In linea generale bisogna tenere in considerazione alcuni parametri per avere la certezza di centrare il punto. Per prima cosa, una buona VPN deve essere veloce in modo da non limitare in alcun modo le possibilità di utilizzo di Internet da parte di chi l’ha acquistata: in particolare, se vuoi utilizzare la Virtual Private Network per guardare dei video di Netflix, questo aspetto è fondamentale.

LEGGI ANCHE  Come rimuovere censure su Saints Row : The Third (3) Pc

In secondo luogo, devi scegliere una VPN che sia disponibile in tutti i Paesi del mondo – o quantomeno un numero molto elevato – e una buona distribuzione di serve per evitare di trovarsi ristretti o con l’accesso impedito in alcune aree geografiche. Se utilizzi più dispositivi, non puoi fare a meno di scegliere un provider che permetta di utilizzare un VPN su smartphone o tablet: solitamente, in questi casi, dovrai utilizzare un’app sviluppata appositamente dal provider di servizi.

Facendo una cernita fra tutti i gestori di Virtual Private Network in rete, ho fatto una selezione delle migliori VPN che puoi scegliere. Si tratta di sistemi a pagamento che però hanno un basso costo di abbonamento mensile (che varia da 2 fino a 3 euro al mese) e che puoi ulteriormente abbattere utilizzando codici sconto.

Le migliori VPN gratis e a pagamento

Eccoti una lista delle migliori Virtual Private Network gratis e a pagamento che puoi trovare in rete. Il mio consiglio, comunque, è quello di usufruire del periodo di prova gratuito se sei indeciso. Tuttavia, visto che le migliori VPN che ti proporrò hanno un costo veramente basso per parecchi anni, puoi pensare di stipulare subito un abbonamento di lungo periodo.

NordVPN

Si tratta del servizio più conosciuto presente in rete. Permette di creare una rete virtuale privata per nascondere le tue attività in Internet crittografando i dati con i migliori sistemi di sicurezza e protocolli.

Il vantaggio principale del servizio di NordVPN è la grande varietà di piani di abbonamento offerti e la possibilità, inoltre, di utilizzarla anche su altre reti. Nello specifico, il piano più conveniente è quello che costa meno di 3 euro/mese e permette di usufruire di NordVPN su tutti i dispositivi supportati, fino a 6 in contemporanea.

In alternativa ci sono il piano di 2 anni che costa 2,97 euro/mese (fatturati annualmente), quello di 1 anno che costa 3,93 euro/mese (fatturati annualmente) e quello di 1 mese che, invece, costa 9,56 euro.

Puoi attivare NordVPN a questo link

Surfshark

Valida alternativa al servizio precedente, Surfshark è una VPN che dispone di oltre 1040 server disseminati in oltre 61 Paesi su cui il servizio può contare, Surfshark permette di superare i blocchi regionali, le censure e di accedere ai cataloghi esteri dei servizi di streaming.

Surfshark è una VPN che dispone di DNS intelligente e può, dunque, essere utilizzato anche su Smart Tv o console per videogiochi. Infine, questa aumenta la sicurezza grazie alla presenza di firewall tipo Whitlister, CleanWeb e Kill Switch. Quest’ultimo, in particolare, disattiva la connessione a Internet se viene meno la connessione al web. Se vuoi abbonarti a Surfshark, fallo attraverso questo indirizzo.

Privado VPN

Si tratta di una rete VPN in ascesa, nata da poco. É disponibile su tutti i sistemi informatici più diffusi e assicura una connessione veloce e anonima in tutta Italia per via della presenza di diversi server in circa 62 città. Dopo l’abbonamento è possibile tenere dispositivi illimitati, circa 10 connessioni attive e 30 giorni per il rimborso.

A questo link puoi vedere i piani di abbonamento di Privado VPN. Esiste una soluzione da 12 mesi a 2,50 euro con zero log e app. Il pagamento è possibile con carta di debito\credito\prepagata, PayPal e bonifico.

Se vuoi, puoi consultare un altra guida sulle migliori VPN, che propone altri servizi.

Articolo precedenteMiglior monitor PC guida all’acquisto
Articolo successivoScamCoin, NFT e Blockchain: rischi e vantaggi

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here