Home Guide Cosa succede se non ricarico l’offerta Iliad?

Cosa succede se non ricarico l’offerta Iliad?

0

Iliad, l’operatore francese che nell’ultimo anno ha scosso il mercato italiano acquisendo milioni di clienti in pochi mesi. Se durante la fase di registrazione non avete selezionato l’addebito diretto nel conto corrente o su una carta di pagamento, ma invece avete optato per la ricarica manuale, allora molto probabilmente vi tornerà utile sapere cosa accade in caso non sia presente un credito sufficiente all’interno della sim.

Cosa succede se non c’è credito residuo

Se avete scelto di pagare l’offerta effettuando le ricariche manuali, allora saprete che per ricaricare si possono utilizzare tre metodi. Il primo è quello di recarsi presso una Simbox Iliad in un Iliad Store o in un Iliad Corner, il secondo è quello di ricaricare la sim tramite l’Area Personale sul sito Iliad, ed il terzo è quello di effettuare la ricarica in una ricevitoria Sisal e Lottomatica. I tagli di ricarica disponibili dalla propria Area Personale sono 5, 10, 15, 20, 25, 30 e 50 euro. Purtroppo al momento non è ancora possibile ricaricare un numero Iliad sfruttando il proprio internet Banking.

Se vi siete dimenticati di ricaricare il vostro numero e l’offerta si rinnova, ma il credito è insufficiente, allora il vostro piano tariffario si trasformerà momentaneamente in un’offerta a consumo. Infatti, qualora aveste necessità di usare il telefono dovete sapere che vi verranno addebitati 28 centesimi di euro per ogni minuto di conversazione, sia verso rete fissa che rete mobile e 28 centesimi di euro per ogni SMS. Se invece vi connettete ad internet, dovrete pagare 90 centesimi di euro ogni 100 Megabyte di internet consumati.

Una volta che andrete a ricaricare l’importo necessario sul vostro numero, dovrete attendere un SMS di conferma da parte di Iliad che vi comunichi la ricarica andata a buon fine e la riattivazione dell’offerta. Da quel momento potrete ricominciare ad utilizzare il vostro piano tariffario in tranquillità. L’offertà avrà comunque come nuova data di scadenza un mese effettivo (e non 4 settimane) dall’ultimo rinnovo. In questo modo avrete la possibilità di non pagare giorni a vuoto, ma di sfruttare completamente il mese.

Le Simbox collocate in tutta Italia, dove è possibile iscriversi e ricaricare il proprio numero

Cosa succede se supero la soglia dati?

In caso vi faceste prendere la mano dall’avere a disposizione decine e decine di GB di traffico dati e, magari verso la fine del mese, vi doveste trovare a superare la soglia dati concordata con l’operatore, cosa succede? (Se non avete modificato le impostazioni) assolutamente niente. Ovvero, il traffico dati viene interrotto e non è più possibile utilizzarlo fino al rinnovo del mese successivo. Infatti nelle impostazioni del proprio numero viene disattivata di default l’opzione di sblocco della connessione dati oltre al limite. Potete però controllare di avere effettivamente l’opzione corretta abilitata accedendo alla propria Area Personale Iliad, cliccando su “Le mie opzioni”. Nell’elenco che vi apparirà ci sarà anche una voce chiamata “Sblocco connessione dati oltre il traffico incluso nel forfait”, che dovrete controllare che sia impostata su “Non attivo”.

Nel caso invece vogliate continuare ad utilizzare il traffico dati oltre la soglia consentita, sarà sufficiente cambiare la voce sopracitata in “Attivo”. In questo modo, una volta superati i GB concessi con la vostra offerta, inizierete a navigare a consumo, pagando 90 centesimi di euro ogni 100 Megabyte di internet consumati.

Iliad ha cercato di rinnovare l’offerta prima della scadenza del mese

Se doveste accorgervi di non avere credito sufficiente, ed Iliad vi informa che il tentativo di rinnovo non è andato a buon fine, non disperate. Infatti l’operatore cercherà sempre di addebitare il costo nelle 24 o 48 ore precedenti la data di effettivo rinnovo. L’offerta si rinnoverà comunque ogni mese effettivo. Potete prendere questa procedura come un ulteriore promemoria, in caso vi dimenticaste di ricaricare avrete modo di farlo all’ultimo minuto.

E se continuo a non ricaricare cosa succede?

In molti hanno deciso di sottoscrivere un contratto con iliad per ottenere una seconda sim. Magari per avere un numero da usare in caso di emergenza, o semplicemente per avere un numero da riservare ad amici e familiari. Se siete tra questi, ma per qualsiasi motivo ora ritenete di non aver più bisogno di questo numero, non siete obbligati a doverlo continuare a ricaricare. Infatti, qualora non utilizzaste o non ricaricaste del credito sul numero per 12 mesi consecutivi, la sim verrà disattivata. In questo caso, il numero telefonico potrà essere riattivato dal cliente nei 12 mesi successivi alla disattivazione (quindi fino a 24 mesi dall’ultima ricarica). Una volta passati 2 anni dall’ultima ricarica, la sim non potrà più essere riattivata ed Iliad avrà il diritto di riassegnare il numero ad un altro cliente.

 

Quindi potete benissimo decidere di saltare un mese o più, e ricaricare quando più desiderate. Sappiate che comunque, in caso vogliate mantenere il numero attivo, non dovete superare i 12 mesi di inattività.

Tutto sommato Iliad continua a rivelarsi un operatore onesto ed affidabile, ed a giudicare dai clienti che hanno deciso di abbandonare gli operatori più blasonati in favore del rivale francese, la cosa viene molto apprezzata.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here